Home Amarcord Coppa delle Coppe, un “capriccio” tutto inglese

Coppa delle Coppe, un “capriccio” tutto inglese

103
0
coppa delle coppe sport lifestyle

Ascesa e declino di una delle più importanti competizioni europee.

Agli inglesi non è mai andato giù che fosse il Real Madrid, o comunque i club latini, a dominare la competizione della (vecchia) Coppa dei Campioni. Le squadre del Regno Unito, le società e i tifosi, d’altra parte, hanno sempre preferito, reputato di maggiore importanza la loro FA Cup, rispetto al campionato. Sia per una questione di tradizione, considerando che la prima edizione si disputò nel 1872, sia perché possono accedervi tutte le squadre di ogni divisione. Senza dimenticare che le finaliste, ogni anno, si giocano il titolo nello stadio londinese di Wembley.

Per far allargare la loro Coppa nazionale anche al di fuori dei confini inglesi, nel 1960 fu fondata la storica Coppa delle Coppe (Cup Winners Cup). Ma il successo della “nuova” competizione arrivò solo dopo molti anni. Questo perché, in seguito alla proposta avanzata dalle federazioni britanniche, non ci fu subito l’appoggio della Uefa e anzi, la prima edizione fu gestita da un comitato rappresentante di partecipanti. Solo dieci le squadre iscritte, ma per un semplice motivo. Negli altri Paesi ha sempre contato maggiormente il campionato, rispetto alla Coppa nazionale. Ma in questo caso si trattava di una competizione che poteva dare ulteriore lustro anche a quelle società già blasonate. Questione di tempo, dunque. E le società lo capirono.

A partire dall’anno successivo alla prima edizione, le squadre iscritte alla Coppa delle Coppe furono ventitré, l’anno seguente ventiquattro e poi si stabilizzarono a 32. Inoltre, grazie all’appoggio della Uefa, questa competizione divenne così importante da essere seconda solo alla Coppa dei Campioni, addirittura un gradino sopra la Coppa Uefa. Il successo riscosso nel tempo a venire, dovuto anche dai proventi elevati derivanti dal torneo, indussero l’ente a rivoluzionare ulteriormente la competizione. All’inizio degli anni Novanta, infatti, si decise una fusione che persiste ancora oggi.
Quella fra Coppa delle Coppe e Coppa Uefa. Un unico torneo a livello europeo, chiamato semplicemente Coppa Uefa, che è poi mutato nell’attualissima Europa League. Un’unione che ha messo fine a oltre trent’anni di Coppa delle Coppe.