Home Gli eventi Volley femminile A1: l’11° giornata è derby delle bollicine

Volley femminile A1: l’11° giornata è derby delle bollicine

785
0
Bosca

La Bosca S. Bernardo Cuneo, ambasciatrice dello spumante piemontese, si prepara ad affrontare le campionesse d’Italia della Imoco Volley Conegliano, in arrivo dalle terre del prosecco

Il tempo della vendemmia è passato ma le due bollicine più famose d’Italia torneranno protagoniste in un campo particolare, quello del volley femminile. Sabato 16 marzo alle 20:30 al Pala UBI Banca di Cuneo la Bosca S. Bernardo, intrecciata a doppio filo con lo spumante, si scontrerà con la capolista Imoco Volley di Conegliano, squadra della città patria del prosecco, in un match che, giunti all’11° giornata di ritorno, si preannuncia frizzante in tutti i sensi.

La Bosca S. Bernardo, reduce dalla vittoriosa trasferta dal sapore d’impresa con la squadra toscana Savino del Bene Scandicci, terza in classifica e battuta con un netto 3-0, si prepara ad affrontare le campionesse d’Italia in una partita che, a due giornate dalla fine della Samsung Volley Cup A1, si prospetta decisiva: occupando saldamente l’ottava posizione, le “gatte biancorosse” hanno infatti ipotecato i play off già alla prima stagione nella massima serie. Un risultato non pronosticabile, maturato grazie alla crescita del collettivo diretto da coach Pistola e allo stupefacente ‘fattore campo’: i “Crazy Cats Biancorossi” hanno dato tutto il loro apporto dagli spalti, agevolando le otto vittorie consecutive al Pala UBI Banca, oggi soprannominato “il fortino”. Sugli spalti, a supportare la squadra di casa, ci sarà anche Bosca – azienda che da 188 anni produce e fa conoscere in tutto il mondo lo spumante italiano – da quest’anno main sponsor del team cuneese. Dall’altro lato del campo, nel settore ospiti, ci sarà invece un altro protagonista degli sparkling wines italiani. La Imoco Volley Conegliano arriva infatti dalla città che, insieme a Valdobbiadene, è considerata la patria del prosecco. Nella battaglia fra le due denominazioni, il vino veneto l’ha sempre fatta da padrone. Ma l’ottima performance che lo spumante piemontese ha realizzato lo scorso anno, chiudendo il 2018 con un eccezionale +19% nelle esportazioni, riaccende la sfida sia sul campo da gioco che fuori.

Una bottiglia di vino, allo stesso modo di un match di pallavolo, è un’opera di squadra. Dietro al lavoro di entrambi ci deve essere passione, dedizione e collaborazione da parte di ogni ‹‹giocatore››. Per questo siamo orgogliose di sostenere un team di atlete eccezionali quali sono le ragazze della Bosca S. Bernardo Cuneo che stanno conducendo un campionato davvero avvincente. La loro energia e il loro impegno sono d’esempio anche per noi” afferma Polina Bosca, alla guida dell’omonima cantina, player mondiale nel mercato degli spumanti.

bosca 1Proprio nelle suggestive cantine Bosca, le Cattedrali Sotterranee Patrimonio Unesco, lo scorso novembre la giocatrice opposto della Bosca S. Bernardo, Lise Van Hecke è venuta per un’occasione molto particolare. Qui infatti, lei e il compagno pallavolista, ex capitano del Cuneo, Wout Wijsmans, entrambi grandi appassionati di vino, hanno deciso di suggellare la propria promessa di matrimonio, legando le loro vicende sportive e personali a questi territori, baluardo piemontese della pallavolo e del vino di alto livello